Published on Settembre 5, 2013

Cota in visita alla Viasat: “Piemonte ha futuro industriale su ricerca e innovazione”

Il Presidente della Regione Piemonte ha visitato ieri a Venaria Reale (To) la Viasat, azienda leader nei sistemi di infoviabilità con oltre 300 dipendenti e più di 2000 installatori tecnici indiretti. Viasat dagli anni Ottanta è all’avanguardia in Italia e in Europa nelle soluzioni telematiche satellitari applicate alla assistenza, protezione e sicurezza delle persone, dei veicoli e delle merci.”Questa è un’azienda che riesce a vincere la sfida della competitività grazie alla capacità e agli investimenti in ricerca ed innovazione” ha detto Roberto Cota, visitando gli impianti di produzione e la centrale operativa, fiori all’occhiello della tecnologia di Viasat. “Noi sappiamo che la nostra è una regione industriale, occorre però farlo capire bene a chi pensa che non sia così e magari vagheggia che l’industria possa lasciare il posto a qualcos’altro”. Inoltre, ha aggiunto: “Il Piemonte, me ne convinco ogni volta di più visitando sul territorio aziende come questa, ha sicuramente un futuro industriale, ma deve saper concentrare le risorse e le forze sulla ricerca e sull’innovazione. Solo chi ha lungimiranza dal punto di vista delle scelte che vengono fatte in ordine ai prodotti e in ordine alle tecnologie da impiegare ce la fa. In modo particolare, questa azienda guarda lontano, guarda al futuro, capisce quelle che sono anche le nuove opportunità e le sa sfruttare. Il mio compito come Presidente della Regione è quello di star vicino a queste realtà, di sostenere il nostro sistema produttivo e anche di far capire al governo centrale (che fino ad oggi non ha capito molto), che tipo di politica industriale occorre”.

“Siamo davvero lieti che il Presidente Cota ci abbia onorato della sua presenza qui in azienda” sottolinea con orgoglio Petrone. “E’ la prima volta in 40 anni che un Governatore del Piemonte varca la soglia di Viasat e di questo non possiamo che essergli grati, soprattutto perché avviene in un periodo di grande fermento per il mercato delle soluzioni telematiche satellitari (vedi scatola nera, e-call, efficienza nel trasporto merci etc.) che il nostro territorio deve saper cavalcare per cogliere tutte le opportunità di crescita e sviluppo”. Viasat investe ogni anno circa 2 milioni di euro in ricerca e sviluppo, infrastrutture tecnologiche e centrali operative (4 in Italia con operatori h24) per garantire ai propri clienti soluzioni che consentono riduzioni nei furti e negli incidenti, oltre a notevoli risparmi sui premi delle polizze assicurative (normativa “scatola nera).

Soluzioni aperte che possono dialogare con le principali piattaforme telematiche istituzionali (tipo Sistri, UirNet, CCISS, e-Call, etc.) e, nel caso delle proposte della divisione Viasat Fleet, favorire l’efficienza e l’ottimizzazione della logistica (es. riduzione costi di carburante, gestione rimborso accise, etc.) per il mondo del trasporto merci con risparmi possibili di oltre 10 mila euro all’anno per ciascun mezzo pesante.

Related news

Torna su